Differenze tra matrimonio country e boho chic

“Essere o non essere”. Questo è il problema, secondo molti.

 

Secondo noi invece la questione è un’altra e suona più o meno così:

 

matrimonio country chic o bohémien?

 

Spesso facciamo confusione tra questi due stili perché entrambi

 

si celebrano all’aria aperta e a stretto contatto con la natura.

 

Tuttavia, esistono parecchie divergenze tra l’uno e l’altro tema,

 

come ad esempio la presenza dei colori.

 

Scopriamo allora le differenze tra matrimonio country e boho chic.

 

 

Innanzitutto, entrambi gli stili si allontanano dai tradizionali matrimoni impettiti e sfarzosi,

 

alla ricerca di luoghi incontaminati e romantici in cui recuperare un legame con i cari più stretti e con la natura;

 

anche per questo entrambi prediligono addobbi eco friendly.

 

Ma quali sono le differenze tra matrimonio country e boho chic?

 

 

Decorazioni floreali e addobbi per matrimonio boho o country chic

 

 

 

Il matrimonio bohémien predilige oasi di verde

 

lussureggiante,

 

mentre un ricevimento country chic riscopre la bellezza

 

di antichi agriturismi e vecchie masserie.

 

 

 

Di conseguenza, le decorazioni floreali del primo sono più

 

rigogliose e colorate, mentre quelle del secondo sono costituite da

 

fiori di campo, magari messi in semplici vasetti come se fossero

 

 

stati appena colti.

 

 

 

 

 

Un matrimonio boho chic è caratterizzato da una palette dai colori vivaci,

 

 

che risaltino nel paesaggio lussureggiante e in pendant ad un allestimento dall’ispirazione vintage,

 

 

ma anche gipsy, hippy e dei nativi americani.

 

 

I mille colori sono infatti riflessi dai disegni dei tappeti, delle piume sugli scacciapensieri e delle decorazioni floreali.

 

 

Se vuoi approfondire le mille anime che danno vita ad un matrimonio bohémien, leggi il nostro articolo.

 

 

Un matrimonio country chic fa invece dell’essenzialità il suo punto forte;

 

colori terragni e addobbi soft rendono l’atmosfera elegante e romantica.

 

Sfere luminose e lanterne sparse tra gli alberi creano il magico scenario di una serata estiva costellata da lucciole.

 

Anche in un matrimonio bohémien le lucine rivestono un ruolo centrale nella scenografia dei momenti più significativi,

 

ma in questo caso possono essere sovrapposti a tulle, drappi di tessuti preziosi e fili di lampadine vintage.

 

 

Il table setting country o boho chic

 

 

 

Entrambi i matrimoni sono estremamente informali e

 

spontanei,

 

per questo gli invitati non sono “ospiti”, ma “amici” da trattare con la

 

 

giusta confidenza.

 

 

 

Ecco perché potete dimenticare tavoli tondi e distanti:

 

 

il matrimonio boho chic quasi ti impone lo street food!

 

 

 

Stand disseminati qua e là per la location che offrono cibi variegati e

 

 

rustici con qualche tavolo d’appoggio per gli invitati.

 

 

 

Ma per permettere ai tuoi invitati di rilassarsi, puoi ricreare angoli relax

 

con cuscini e tappeti sparsi, in perfetto stile hippy.

 

 

Un ricevimento country chic vuole invece omaggiare le vecchie tavolate di

 

campagna, tipiche delle comunità rurali abituate a condividere i giorni di

 

festa.

 

 

 

Per questo una tavola imperiale è perfetta per un matrimonio in

 

 

un’antica masseria.

 

 

 

Insomma, boho chic o country chic, il vostro matrimonio sarà una festa con parenti e amici

 

 

a stretto contatto con la natura e con la vita genuina.

 

 

Se desiderate un ricevimento informale e lontano da assegnazione dei posti a tavola

 

 

e servizio fotografico intorno al Colosseo, questi stili faranno al caso vostro.

 

 

Ora dovrete scegliere solamente una cosa: decorazioni coloratissime e un po’ gipsy o sobrietà campagnola?

 

 

 

Letizia