Sposare un uomo in Arma

Sposare un uomo in Arma,

 

qualsiasi essa sia, vuol dire sposare la sua causa.

 

Questo è bene saperlo prima ancora di pensare

 

anche solo a che vestito indossare.

 

All’ altare o al Campidoglio uno sposo in grande uniforme vi farà

 

sentire non una principessa, ma una regina.

 

La vostra altezza non si misurerà dalla pomposità del vestito che indosserete,

 

ma dalla fierezza con cui andrete incontro all’ uomo con cui

 

avete scelto di condividere, gioie, dolori e quotidiana apprensione.

 

Se la cerimonia è civile, consiglierei di evitare vestiti principeschi

 

ma uno scivolato in chiffon con intarsi in swarosky potrebbe

 

essere l’ ideale, ma non eccedete con le scollature,

 

state sempre andando incontro ad un uomo che si distingue per fierezza ed orgoglio!

 

Tuttavia potete osare con una tiara,

 

in fondo lui indossa la spada e state pur sempre sposando il vostro

 

principe senza macchia.

 

Se optate per il rito religioso, non preoccupatevi che la chiesa sia “all’ altezza”

 

siete voi e il vostro sposo a fare la differenza.

 

In questo caso però potete decidere di indossare un vestito principesco

 

all’ altezza dell’ occasione.

 

Non necessariamente uno effetto meringa, un corpetto in pizzo macramé,

 

un’ ampia gonna a ruota in seta e un velo reale (il più lungo per capirci)

 

può essere il vestito ideale per andare incontro al vostro cavaliere.

 

ça va sans dire il momento più emozionante dopo l’ ingresso della sposa

 

è il picchetto d’ onore.

 

 

Spade si incrociano a creare un arco scintillante pronto a proteggere

 

i novelli sposi che lo attraversano.

 

Mi raccomando spose!

 

Se avete un animo da Lady Oscar per quel giorno

 

(ma solo in quel giorno) deponete la sciabola e fatevi guidare dal vostro amato.

 

 

Elisa. A.