Outifit comunione: come non sembrare la bomboniera della situazione

Altro che scampagnate e pecorino con le fave:

 

la primavera è la stagione delle comunioni.

 

Diciamocelo: se la prospettiva di un matrimonio in pieno agosto rasenta a dir poco la tragedia,

 

all’idea di dover rinunciare alle tiepide domeniche di aprile per una comunione diventiamo Medea.

 

E poi, dal momento che oggi con uno smartphone o con una porsche ce la caviamo per il regalo,

 

la cosa che ci fa davvero perdere la testa è una: come ci dobbiamo vestire per questo evento?

 

Insomma, dovremmo evitare di essere la Moira Orfei della situazione,

 

così come i completini succinti della Tata potrebbero risultare fuori luogo.

 

Ma qui arriva la vostra Naïf di fiducia a risollevare le vostre sorti.

 

Ecco le dritte per un outfit comunione.

 

 

Cose da evitare per un outfit comunione

 

 

Prima ancora di suggerirti alcuni

 

abbinamenti idonei per una prima

 

comunione, tengo ad indicarti alcune

 

cose che devi rifuggire come la peste

 

del 1300.

 

 

 

Ricorda che stai per entrare in chiesa e

 

questo dovrebbe già accenderti non

 

una lampadina, ma tutti i ceri di San

 

Pietro.

 

 

Non fare la Maria Maddalena della

 

situazione e lascia nell’armadio

 

abiti troppo corti e scollature vertiginose:

 

 

bisogna concentrarsi sul corpo di Cristo.

 

Sconsigliati sono poi i colori accessi: immagino che gli affreschi in chiesa non abbiano bisogno di controfigure

 

(e poi ricorda: di rosa e celeste il burino si veste).

 

Anche se non è un matrimonio, la comunione è comunque un sacramento e un evento di festa importante,

 

per questo il bianco e il nero non sono una grande idea.

 

 

Banditi sono gli accessori troppo vistosi.

 

La chiesa è già ben illuminata e non serviranno ulteriori lampadari.

 

 

Lanciati i suddetti anatemi, posso ora consigliarvi un outfit per comunione.

 

 

Outfit e makeup ideali per una comunione

 

In linea generale dobbiamo rispettare le stesse regole per gli invitati ad un matrimonio,

 

ma con vincoli meno rigidi.

 

 

Le comunioni si tengono tendenzialmente in primavera, di mattina.

 

Questo dovrebbe già bastarci per capire come siano preferibili colori pastello,

 

i preferiti da zia Betta (al secolo la Regina di Gran Bretagna) e tessuti leggeri.

 

I colori pastello ti permettono anche di osare una gonna un po’ più corta se sei più giovane

 

(ma mai inguinale, mi raccomando).

 

JEANS. Chi l’ha detto che il denim è out?

 

Quante volte ci hanno salvato la vita i jeans?

 

Anche in questo caso, se abbinati ad elementi più eleganti,

 

possono dar vita al giusto look tra formale e giovanile,

 

tra elegante e primaverile.

 

Una bella giacca dal taglio blezer e un paio di tacchi ti renderanno perfetta!

 

VESTITO. La lunghezza ideale si colloca sopra ginocchio o a metà polpaccio.

 

L’abito lungo è un po’ troppo impegnativo, a meno che sia un bell’abito floreale;

 

ma anche in questo caso attenzione a scongiurare il “party on the beach”.

 

 

 

 

GONNA. Una bella gonna colorata a palloncino con una camicetta è il look grintoso per festeggiare.

 

Non esagerate nei colori e nei volumi perché rischiereste di sembrare la bomboniera della comunione.

 

 

TAILLEUR. Se non sei una fanciullina, allora il classico tailleur è una certezza.

 

Elegante, ma non eccessivo, un completo dalle linee giuste ti permette di essere all’ultima moda

 

e di giocare con i colori della blusa da abbinare (magari coordinandola con gli accessori).

 

 

 

 

 

 

 

TUTA. Ancora di grande tendenza, le tute sono una soluzione fantastica:

 

casual ed eleganti al punto giusto, con una cintura sul punto vita vi

 

trasformeranno in fantastiche amazzoni.

 

 

Ovviamente il tacco è d’obbligo: ho capito che state rimpiangendo la famosa

 

scampagnata con panini alla frittata, ma state pur sempre andando ad una

 

cerimonia in chiesa!

 

 

Attenzione però alle altezze: ricordate che si tratta di un evento mattutino,

 

quindi i trampoli teneteli per il Mukka Assassina.

 

 

E per quanto riguarda il trucco?

 

 

Freschezza e semplicità sono le parole chiave che devono orientare il tuo makeup.

 

 

Base luminosa come la primavera, trucco occhi dai toni nude o

 

 

tendenti al rosa e una passata di lucidalabbra sono le mosse giuste

 

 

per risultare splendente in una mattina di primavera.

 

 

Devo proprio dirlo che il rossetto rosso non è nemmeno da considerare?

 

 

Letizia