Come realizzare un battesimo: 5 consigli preziosi

Il Battesimo è decisamente un momento importante per il piccolo festeggiato,

 

ma soprattutto per i suoi genitori.

 

È in qualche modo il debutto in società del piccolino

 

e la prima occasione della famiglia per festeggiare

 

la sua nascita insieme agli affetti più stretti.

 

 

 

Ma come organizzare un battesimo senza stress?

 

 

Sicuramente stiamo parlando del desiderio più grande dei genitori,

 

anzi dei neo-genitori, che di stress ne avranno già accumulato abbastanza

 

tra pannolini, notti insonni e colichette.

 

 

 

Ecco allora i nostri 5 consigli preziosi per organizzare un battesimo meraviglioso e con serenità.

 

 

Innanzitutto diciamo che solitamente questo sacramento

 

viene impartito tra i due mesi e l’anno di vita del bambino;

 

anzi sempre più spesso si tende a far coincidere il battesimo con il primo compleanno

 

(d’altronde prendere due piccioni con una fava è sempre molto allettante).

 

 

SCELTA DEL GIORNO. Se la primavera o l’estate sono le stagioni migliori per comunioni

 

 

e matrimoni, figuriamoci per i battesimi.

 

 

Infatti in questi mesi è molto meno probabile che i neonati possano ammalarsi,

 

 

grazie alle belle giornate.

 

 

Di solito è in occasione del colloquio con il parroco.

 

 

 

LISTA DEGLI INVITATI. Innanzitutto parliamo di padrino e madrina:

 

 

non devono essere una coppia nella vita, ma sicuramente

 

 

devono essere cresimati e non divorziati.

 

 

 

Il loro ruolo coniste nell’essere al fianco dei genitori nell’educazione del bambino,

 

 

 

soprattutto nel momento del bisogno.

 

 

 

Tenete sempre a mente la loro presenza, soprattutto quando andrete a fare le

 

 

 

bomboniere:

 

 

 

a loro spetta un regalo più impegnativo del resto degli invitati.

 

 

 

D’altro canto, padrino e madrina dovranno fare un regalo più prezioso degli altri partecipanti al battesimo.

 

 

Ricordate di inviare gli inviti per tempo: non sarà un matrimonio, ma ugualmente richiede un outfit idoneo e

 

 

l’impegno di acquistare un regalo più che significativo.

 

 

 

Una volta eletti padrino e madrina, passiamo alla stesura della lista degli invitati.

 

 

Solo pochi intini? Solo la famiglia? O anche qualche amico più stretto?

 

 

Ovviamente questa scelta spetta a voi, ma il numero degli invitati sarà decisivo per lo step successivo.

 

 

 

 

LOCATION. In base al numero degli invitati, esistono location più o meno adatte.

 

Uno spazio troppo ampio risulterà dispersivo per pochi intimi;

 

mentre un luogo troppo piccolo per molte persone potrebbe addirittura creare forti disagi,

 

sia per gli invitati che per il catering. Se il battesimo si svolgerà tra la primavera e l’estate,

 

allora una location all’aperto sarà sicuramente apprezzatissima

 

(ma ricordate di prevedere sempre una zona all’ombra per il ristoro).

 

 

CATERING. Ricordiamo sempre che non siamo ad un matrimonio,

 

dunque finger food e sapori gourmet eccessivamente raffinati e pretenziosi

 

potrebbero sembrare un po’ troppo eccessivi;

 

ricordiamo inoltre che farà probabilmente caldo e sarà a pranzo.

 

Ecco perché il buffet dovrebbe essere, certamente curato, ma semplice.

 

Una bella festa in giardino o un fantastico picnic non richiedono neanche l’ingaggio di un catering necessariamente:

 

potranno essere tutti prodotti fatti in casa, magari dalle felicissime nonne della creatura!

 

 

 

 

CONFETTATA. Sempre più diffuso è l’allestimento della confettata anche per comunioni e battesimi.

 

Un angolo ben decorato con tovaglia bianca e tulle azzurro o rosa è una perfetta cornice per confetti di gusti diversi

 

(dai classici alla mandorla e cioccolato, fino ai più fruttati) e magari con alcuni proprio azzurri e rosa.

 

Renderete felici grandi e piccini.

 

Gioca d’anticipo e scopri anche come organizzare la confettata per una comunione!

 

BOMBONIERE. Esse rappresentano sempre un dono di ringraziamento per gli ospiti,

 

ecco perché noi non le sconsigliamo mai.

 

La scelta dipende dal tono che avete dato all’intero evento.

 

Se avete organizzato una festa più informale, allora potete optare per un oggettino piccolo e simpatico;

 

se invece avete conferito un’impostazione formale alla giornata, allora a bomboniera dovrà essere all’altezza (magari in argento).

 

E non ricordate i regali al padrino e alla madrina!

Letizia